Analisi Forex 28 dicembre 2015



Partiamo dal Giappone dove questa mattina i dati sulla produzione industriale hanno registrato il primo segno meno da tre mesi a questa parte attestandosi a -1.00%. Il dato annualizzato rimane comunque ampiamente positivo a 1.6% così come gli indici aggregati sullo stato dell’economia che migliorano i risultati precedenti.

Pip

Sul fronte del Vecchio Continente, le piazze aprono in territorio contrastato. La BCE aveva anticipato di non voler procedere ad acquisti nella fase delle festività, quindi i mercati si muovono cautamente e i bassi volumi mantengono bassa anche la volatilità.

Segnali di mercato di lunedì 28 dicembre

  • Ore 00:50 – in Giappone sono usciti i dati relativi alla Produzione industriale mensile (-1,0% contro il precedente 1,4%), Previsione sulla produzione industriale ad 1 mese (0,9% – dato precedente 0,2%), Previsione sulla produzione industriale ad 2 mesi (6,0% contro il precedente –0,9%), Vendite al dettaglio (-1,0% contro il precedente 1,8%)
  • Ore 16:30 – ngli Stati Uniti esce l’Indice degli affari della Fed Mfg di Dallas (atteso a –7,0 contro il precedente –4,9)
  • Ore 21:30 – escono le posizioni speculative nette sulla GBP, sul CAD, sul CHF, sull’EUR, sul NZD, sull’AUD, sullo JPY, sul Rame, sul Greggio, sull’Oro, sull’Argento, sull’S&P 500 secondo la CFTC

Domani, martedì 29 dicembre si segnalano:

  • in Italia escono Livello di fiducia delle aziende e Indice della fiducia dei consumatori
  • in Spagna escono Vendite al dettaglio
  • in Brasile escono Rapporto debito-PIL, Bilancio del budget, Indice sull’Inflazione IGP-M e Surplus di bilancio
  • negli Stati Uniti vengono resi noti Redbook, Indice HPI S&P/CS Composite-20 destagionalizzato, Indice S&P/CS HPI Composito-20 (non destagionalizzato), Indice HPI S&P/CS Composite-21 non destagionalizzato, Bilancia Commerciale di Beni, Rapporto sulla fiducia dei consumatori, Utili Terziario Fed di Dallas, Previsioni del settore terziario in Texas



EUR/USD

L’euro apre le contrattazioni dell’ultima settimana del 2015 sostanzialmente invariata a 1.0970, sui livelli della scorsa settimana. La giornata di oggi non presenta rilevanti spunti macroeconomici e quindi sembra essere caratterizzata da bassa volatilità.

GBP/USD

Il cable segue il trend della settimana scorsa e si attesta in area 1.4930. Anche in questo caso, l’assenza di dati macroeconomici rende la giornata a bassa volatilità. Si guardano principalmente le piazze azionarie.

USD/JPY

La divisa giapponese perde terreno a causa dei dati sulla produzione industriale e sulle vendite al dettaglio che hanno registrato un deterioramento dei fondamentali. Lo yen è sceso, dai livelli della scorsa settimana in area 120.20, verso 120.50.